This site uses cookies. Cookies are used to guide the user and web analytics and help to make this site better and more user friendly. See more: Privacy
OK

27.04.2016

In vista del traguardo dei 100 milioni: tilo punta sull'alto rendimento della TRC 3000+

L'impianto raddoppia: due TRC 3000+ in versione speculare

100 milioni: a tale numero si avvicinano le iniezioni eseguite dalla fine del 2012 dall'impianto automatico di riparazione delle superfici in legno TRC 3000+ presso l'azienda tilo di Lohnsburg, per riempire fessurazioni, nodi o altri tipi di lesioni del legno. Nel 2016 l'aggiunta di un secondo impianto in versione speculare al primo ha consentito di raddoppiare il rendimento. Al centro, tra i due impianti, lavora lo stesso robot, solo che adesso è due volte più veloce.

I pavimenti naturali sono sempre richiestissimi e tilo risponde a questa tendenza con il prodotto plancia. "Nel settore dei prodotti a 3 strati avevamo superato il nostro limite di capacità. Il secondo impianto TRC 3000+ è stato quindi un passo quasi obbligato", afferma Gerhard Stockinger, responsabile per tilo dei settori Produzione, Acquisti e Logistica.

 

Perfetta individuazione e riparazione dei difetti.

L'azienda tilo si dice molto soddisfatta soprattutto riguardo al "cervello" dell'impianto, lo scanner che rileva i punti difettosi. Lo scanner 3D individua i difetti e calcola la quantità di materiale di riempimento esattamente necessaria. Com'era prevedibile, questa quantità si è notevolmente ridotta. La riparazione automatica è preferibile per tilo non solo per ragioni di risparmio, ma anche per la differenza di qualità: "Il materiale di riempimento aderisce meglio. Inoltre con la TRC 3000+ la qualità del materiale di riempimento impiegato è più costante. E questo si ripercuote positivamente sulla qualità delle stuccature", aggiunge Stockinger.

 

La collaborazione con WINTERSTEIGER e VAP – l'azienda di Mettmach specializzata in sistemi di automazione che dal 2012 fa parte del gruppo WINTERSTEIGER e ha realizzato gli impianti – si è rivelata molto positiva per tilo. La tempistica molto stretta prevista per l'ampliamento dell'impianto è stata rispettata e l'intero impianto funziona molto stabilmente.

 

Con 270 dipendenti, tilo è il maggiore datore di lavoro di Lohnsburg e si prefigge ancora molti obiettivi. Come produttore di pavimenti tra i più importanti a livello europeo, l'azienda si propone di crescere anche nel 2016 in modo superiore alla media e più velocemente del mercato.